A Roma una geniale presa in giro del Borromini: la Galleria Prospettica

Beatrice Mogetta

Francesco Borrominiaborromini e il suo acerrimo rivale Gian Lorenzo Bernini,abernini sono i due massimi esponenti dell’architettura del Barocco. Il Borromini, svizzero di nascita ma romano di adozione, inizia la sua attività come tagliatore di marmo e scalpellino. Quando andò a lavorare nel cantiere della basilica di San Pietro, l’architetto Carlo Maderno era il titolare del titanico progetto, ed egli aveva una ventina d’anni. Il Maderno si accorse subito delle strabilianti capacità dell’umile scalpellino e lo prese con se. In circa dieci anni gli insegnò tutto quello che poteva insegnargli, stupendosi ogni volta del grande genio creativo dell’allievo.amaderno

Alla morte del suo maestro, Borromini pensò che gli fosse proposto di prendere il suo posto.

Il Papa Urbano VIII, invece, gli preferì il Bernini, che era diventato il suo artista preferito. Il prestigioso incarico, che avrebbe portato onori e fama eterna a colui che avesse avuto l’incarico, finì così in mano ad un giovane artista che aveva già dimostrato di essere uno degli scultori destinati a passare alla storia, ma che non aveva nessuna competenza di architettura. Lui accettò comunque di buon grado, ovviamente, e si organizzò una squadra di professionisti competenti, scegliendo, primo fra tutti, il Borromini.

Non deve essere stato facile per il giovane architetto, dover obbedire ad un capo più giovane di lui, completamente digiuno di architettura, e che soprattutto si appropriava di tutti i suoi meriti. Una vera ingiustizia che sfociò in una eterna rivalità tra i due.

Comunque Francesco Borromini, ebbe in seguito la soddisfazione di vedersi assegnati importanti incarichi, nei quali si contraddistinse sempre per grande estrosità e originalità.

Nel 1632 il cardinale Bernardino Spada comperò un palazzo che era stato costruito un centinaio di anni prima, e incaricò il Borromini di modificarlo secondo i nuovi canoni barocchi.aapalazzo spada

E qui, nell’androne di accesso al cortile, egli creò uno dei suoi capolavori: La Galleria Prospettica, una delle illusioni ottiche più sorprendenti di Roma.

Entrando nel palazzo, sede del Consiglio di Stato, ma anche di una importante pinacoteca che ospita una notevole raccolta di opere del ‘700,aagalleriaspada sulla sinistra, oltre la vetrata, il visitatore si trova davanti ad un lungo ed elegante corridoio, bordato da colonne, che alla fine, termina con una grande statua di Marte. Ad occhio e croce sembra che sia lungo almeno una trentina di metri. Se siete accompagnati da qualcuno, fategli attraversare il corridoio prima di voi. Resterete stupefatti quando vi accorgerete che il vostro compagno, dopo soli pochi passi, diventerà un gigante alto come le colonne!

Come è possibile? Ebbene la galleria è uno spettacolare gioco di prospettive, inventato da quel genio del Borromini, naturalmente. Intanto misura appena 8, miseri, metri, e per creare l’illusione ottica è realizzata con una precisione scientifica: il soffitto si abbassa,aagalleria soffitto le pareti si restringono, i disegni geometrici del pavimento, che si alza un po’, mutano forma e le colonne si abbassano gradualmente di più di 3 metri. E la grande statua di Marte…..è alta non più di 60 centimetri.aaprogetto galleria

Pensate che il grande architetto la realizzò in un solo anno, coadiuvato, ad onor del vero, da un Padre agostiniano, Giovanni Maria da Bitonto, che cercò di accontentare il cardinale Spada aiutando a creare un’opera che doveva rappresentare la metafora dell’inganno morale e dell’illusione delle grandezze terrene.

Ricordate di farci una capatina, quando verrete a Roma, vi divertirete e rimarrete davvero a bocca aperta!!!!!


This post has been viewed 1,623 times

REKLAMA

banner italiaamicamia.com

Leave a Reply

||Blog Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||english Murder in Cairo ||Enogastronomia Crescioni Margherita ||finanza Tassazione in Polonia ||Francais Crescioni Margherita ||German Riva del Garda? Wunderschoene! ||MEDIA & WEB Ci lascia il maestro Ettore Scola ||medicina estetica e benessere Andare in bicicletta ? si grazie! ||Misteri Le interviste impossibili di Camilla de Candey: Cristoforo Colombo ||News Galeria Zbylut Krystyna ||po polsku Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||sagre italiane 10 curiosità che nessuno ti aveva mai detto su San Valentino ||SPORT Andare in bicicletta ? si grazie! ||spreaker Easy Biker! ||TopNews Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||Uncategorized Galeria Zbylut Krystyna ||Video Impariamo a cantare?