Ah….Ferrara! Un altro luogo del cuore.

Beatrice Mogetta

Ferrara è una delle città simbolo del Rinascimento, che con il governo degli Estensi, durato per più di tre secoli, si è arricchita di monumenti, opere d’arte e magnifici palazzi. Sempre sul modello visionario di una ipotetica città ideale, ancora oggi conserva l’armonia e la vivibilità di un posto magico e privilegiato.aaaaaapanorama

La bicicletta è il mezzo migliore per girarla, e a cavallo delle due ruote si possono percorrere anche le bellissime mura, rimaste pressochè intatte.

Nel centro storico le viuzze medievali, con il silenzio e la tranquillità che le contraddistinguono, vi faranno perdere la cognizione del tempo, e vi troverete immersi in un’altra epoca.

Sono tante le cose da vedere, dal Castello Estense,aaaaaaaaaaacasrtello estense, al Ghetto Ebraico (uno dei più importanti, dato che gli Estensi, estremamente tolleranti verso le altre religioni, accoglievano di buon grado i mercanti provenienti da tutto il mondo conosciuto), dal Palazzo Schifanoia,aaaaaaaaaaaschifanoia o Schiva Noia, un gioiello, al Palazzo dei Diamanti,aaaaaaaaaaadiamanti costituito da più di 8.000 pietre sfaccettate, sede oggi di importanti mostre d’arte.

E poi Chiese, Basiliche, Monasteri, veri scrigni colmi di opere d’arte, e Musei e Pinacoteche.

Dai tempi della colta corte degli Este, la città non ha mai abbassato il suo livello culturale: è stata terra di importanti pittori quattrocenteschi come Cosme Turà, Ercole de’ Roberti, il Garofalo e Lorenzo Costa; nell’800 Previati, De Pisis e Boldini hanno onorevolmente perpetuato la importante tradizione pittorica ferrarese.

Ariosto e Tasso scrissero a Ferrrara alcuni dei loro importanti capolavori e uno dei più illuminati scrittori del ‘900, Giorgio Bassani, autore del “I giardini dei Finzi Contini” è nato qui.

Come sono nati qui Folco Quilici e Michelangelo Antonioni, capisaldi del cinema italiano.

Dopo aver dato il giusto spazio a questa preziosa città, patrimonio dell’Umanità dell’Unesco, grandioso libro di pietra, di memorie medievali e rinascimentali, vale la pena, soprattutto se si ama la natura, dare spazio anche all’esplorazione del territorio del Delta del Po ferrarese, un’area di 550 chilometri quadrati che arrriva fino al Mare Adriatico. Ci sono dei battelli che permettono di fare delle escursioni,aaaaaaaaaaabattello suggestive e emozionanti, in questi paesaggi dove sono stati ambientati capolavori cinematografici.aaaaaaaaaadelta po

Immergersi nei silenzi del paesaggio, dove l’animo alterna momenti di struggente malinconia a improvvisa meraviglia, è incredibile. Le atmosfere romantiche si fondono a immagini altamente evocative, nelle quali fluttuano i fantasmi delle genti che hanno vissuto e lavorato qui, combattendo e amando questa natura generosa ma anche ostile, ma, di colpo, posti come l’Abbazia di Pomposa,aaaaaaaaaaapomposa con la loro spiritualità e la loro pace, muteranno ancora il vostro stato d’animo. Vi assicuro che tornando da questo mondo incantato, fatto di acqua e terra che si intersecano, a volte cedendosi il passo e a volte prevaricando prepotentemente l’una sull’altra, avrete difficoltà a uscire da quella dimensione.

E quando, nel corso della vita, qualche cosa vi rimanderà al ricordo di questa città, sospirerete dentro di voi un “Ah…Ferrara!”. E allora, prendiamo in prestito le parole ispirate che il “sommo” D’Annunzio usò per descrivere questo luogo incantato: “….Loderò le tue vie piane, grandi come fiumane, che conducono all’infinito, chi va solo col suo pensiero ardente, e quel loro silenzio ove stanno in ascolto tutte le porte…..”

Ah…l’Italia, questa nostra meravigliosa Italia!


This post has been viewed 657 times

REKLAMA

banner italiaamicamia.com

Leave a Reply

||Blog Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||english Murder in Cairo ||Enogastronomia Crescioni Margherita ||finanza Tassazione in Polonia ||Francais Crescioni Margherita ||German Riva del Garda? Wunderschoene! ||MEDIA & WEB Ci lascia il maestro Ettore Scola ||medicina estetica e benessere Andare in bicicletta ? si grazie! ||Misteri Le interviste impossibili di Camilla de Candey: Cristoforo Colombo ||News Galeria Zbylut Krystyna ||po polsku Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||sagre italiane 10 curiosità che nessuno ti aveva mai detto su San Valentino ||SPORT Andare in bicicletta ? si grazie! ||spreaker Easy Biker! ||TopNews Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||Uncategorized Galeria Zbylut Krystyna ||Video Impariamo a cantare?