I romantici Amanti di Valdaro

Camilla de Candey

Nella provincia di Mantova, precisamente in località Valdaro, nel 2007, mentre si stavano effettuando degli scavi archeologici, è venuto alla luce quello che è destinato a diventare il simbolo dell’amore eterno. Ancor più della storia senza tempo di Romeo e Giulietta, che comunque, come sappiamo tutti, è inventata, questa scoperta ci farà sognare e fantasticare.archeologi

Due amanti, provenienti dal neolitico, quindi da almeno 6000 anni fa, sepolti insieme abbracciati, stanno appassionando mezzo mondo.

Benchè alcuni misteri legati alla straordinaria sepoltura, saranno impossibili da dipanare, molto è emerso dagli studi dei ricercatori che da un capo all’altro del pianeta si sono entusiasmati per questo ritrovamento.

Si è scoperto che si tratta di due giovani, lei di circa 16-20 anni e lui di 18-22.

Mentre si ignora il motivo della morte, si esclude che uno dei due possa essere stato sacrificato all’altro dato che i due ragazzi non presentano ferite o fratture anche microscopiche. Si è ipotizzato che, visto che in quel periodo ci fu una sorta di piccola glaciazione, i due possano essere morti di freddo mentre erano abbracciati per scaldarsi. Teoria vanificata dal fatto che i corpi sono stati tumulati in una necropoli. Però quel che è certo è che qualcuno che li amava, e che soprattutto era a conoscenza dell’amore tra i due, senza dubbio coniugale perchè a quei tempi ci si sposava molto giovani, ha voluto che rimanessero vicini per sempre.amanti2 E li ha composti in un modo così commovente che questi due scheletri risultano essere una delle cose più belle e romantiche che mi sia mai capitato di vedere: le braccia di lui si appoggiano sul collo di lei, mentre quelle di lei gli cingono i fianchi; i volti si sfiorano quasi, e le gambe di lei sono rannicchiate sopra quelle di lui, in una posizione allo stesso tempo affettuosa e sensuale. E’ bello pensare che in un tempo così lontano, dove gli esseri umani conducevano una vita dura, i sentimenti erano già così importanti.

Dallo scorso anno, il Museo Archeologico Nazionale di Mantova ha esposto l’incredibile reperto e tutti possono finalmente ammirarlo e fantasticare sulla sua storia, con la prova sotto gli occhi che il vero amore non finisce, e che anzi può durare anche oltre la morte.museo


This post has been viewed 1,673 times

REKLAMA

banner italiaamicamia.com

Leave a Reply

||Blog Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||english Murder in Cairo ||Enogastronomia Crescioni Margherita ||finanza Tassazione in Polonia ||Francais Crescioni Margherita ||German Riva del Garda? Wunderschoene! ||MEDIA & WEB Ci lascia il maestro Ettore Scola ||medicina estetica e benessere Andare in bicicletta ? si grazie! ||Misteri Le interviste impossibili di Camilla de Candey: Cristoforo Colombo ||News Galeria Zbylut Krystyna ||po polsku Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||sagre italiane 10 curiosità che nessuno ti aveva mai detto su San Valentino ||SPORT Andare in bicicletta ? si grazie! ||spreaker Easy Biker! ||TopNews Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||Uncategorized Galeria Zbylut Krystyna ||Video Impariamo a cantare?