La ricetta di oggi è un secondo piatto, classico della tradizione di Modena, molto saporito, dall’aspetto carino, ma soprattutto facile e veloce da preparare. Questi involtini si possono realizzare con diverse carni, ma io oggi voglio parlarvi dell’arista di maiale. Questo taglio di carne, che qualcuno chiama anche lonza, è magrissimo, e se si ha l’accortezza di farlo cuocere nel modo giusto , si ottengono risultati incredibili. E’ una carne versatile, che ha molti pregi, tra i quali un prezzo contenutissimo. Vi darò spesso ricette con questa carne perchè per me è una degna sostituta della vitella, per esempio, che è più cara, e soprattutto meno sana e nutriente.

Io preferisco comperarla a tranci, e poi tagliarla secondo l’uso che intendo farne.

Ingredienti

600 gr di arista di maiale tagliata a fettine sottili e regolari

200 gr di pancetta arrotolata affettata sottilissima

200 gr di parmigiano

farina quanto basta

un dado classico

un bicchiere di vino biancoa

un bicchiere d’acqua

un buon aceto balsamico

50 gr di burro

sale e pepe

Esecuzione

In ogni fettina di arista, mettete una mezza fettina di pancetta ed un tocchetto di parmigliano. Arrotolate la carne per formare degli involtini che fermerete con uno stuzzicadenti.

In una padella che possa contenerli tutti, sciogliete il burro e quando è caldo mettete a rosolare gli involtini che avrete leggermente infarinato. Fateli dorare a fuoco alto da tutte le parti e toglieteli, appoggiandoli in un piatto. Nella stessa padella, senza togliere il burro, mettete l’acqua, il vino e il dado da brodo. Portate a bollore e solo allora aggiungete di nuovo gli involtini. Fate consumare il liquido velocemente, una bella macinata di pepe ed il gioco è fatto. Adagliateli in un piatto da portata e versate sopra qualche goccia di aceto balsamico.

Il contorno ideale è un bel purè di patate, anche fatto con le bustine di patate liofilizzate, se non avete tempo (è comunque buono e con un tocchetto di burro ed una bella manciata di parmigiano sarà perfetto). Io aggiungerei anche una verdura cotta, tipo una cicoria ripassata in padella con aglio e peperoncino (da prendere surgelata, ovviamente). La cena sarà più completa.

Alla prossima ricetta!!!!!


This post has been viewed 655 times

REKLAMA

banner italiaamicamia.com

Leave a Reply

||Blog Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||english Murder in Cairo ||Enogastronomia Crescioni Margherita ||finanza Tassazione in Polonia ||Francais Crescioni Margherita ||German Riva del Garda? Wunderschoene! ||MEDIA & WEB Ci lascia il maestro Ettore Scola ||medicina estetica e benessere Andare in bicicletta ? si grazie! ||Misteri Le interviste impossibili di Camilla de Candey: Cristoforo Colombo ||News Galeria Zbylut Krystyna ||po polsku Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||sagre italiane 10 curiosità che nessuno ti aveva mai detto su San Valentino ||SPORT Andare in bicicletta ? si grazie! ||spreaker Easy Biker! ||TopNews Aukcja charytatywna “Żeby Ewa żyła w Raju” ||Uncategorized Galeria Zbylut Krystyna ||Video Impariamo a cantare?